14
Dic 20 2010

Grossa delusione dal Web

Update (15 Giugno 2011)

Tempo fa avevo scritto questo post, però ero molto, molto arrabbiato.

Se qualcuno se lo ricorda avevo già preannunciato che prima o poi l’avrei modificato o eliminato e questo momento è arrivato.

Tuttavia ho scelto la prima opzione perché è comunque la conseguenza di un avvenimento accaduto che ho voluto condividere con i miei pochi lettori (comunque ho un backup dell’originale).

Sono dell’opinione che un post scritto come l’originale non è nello spirito di questo sito, perciò ho deciso di fare una sintesi del pensiero, che è ciò che conta.

Il giorno prima della stesura di questo post mi ero iscritto a Facebook (vedi Sto cedendo alla tentazione di Facebook).

Ebbene, devo ammettere che come idea è proprio un gran bella cosa: permette di fare molte cose che prima richiedevano molteplici servizi e rende facile usufruirne visto che non è necessario sapere uno username talvolta difficile da ricordare.

Pur avendo tradito i principi che mi impedivano di iscrivermi, continuo a dire che non tutte le persone iscritte lo utilizzano nella modalità corretta, e io ne sono stato purtroppo testimone.

Le chiacchiere della piazza purtroppo si sono trasferite anche nel web, anzi, se fatte nel web sono ancora meglio.

Tuttavia questa si chiama diffamazione perché scriverlo su internet è come scriverlo su un giornale o su un muro o in un qualsiasi luogo visibile a tutti.

Col senno di poi, a ormai sei mesi dall’accaduto, considero quanto è accaduto solamente un atto di immaturità.

Perciò il “web” del titolo è scorretto: il web è uno strumento molto potente e non bisogna abusarne.

Ogni tanto date una tregua al vostro computer e spegnetelo. Uscite con gli amici così riducete anche la CO2.

Beh, ora vi saluto. Me ne vado a vedere l’eclissi di luna.

6
Dic 20 2010

Ragazzo si uccide per amore

A Conegliano, una città vicina a dove vivo io, la seconda per estensione nella provincia di Treviso, un ragazzo di 16 anni si è suicidato per delusione amorosa.

Cavolo, già la notizia è brutta anche perché già per tentare il suicidio bisogna “essere crudi”, però la cosa che fa più fa riflettere è anche come si è suicidato: sparandosi con la pistola del padre.

Mi dispiace dirlo, ma ancora una volta è un caso in cui un’arma da fuoco tenuta in casa non è stata usata, per come piace dire a chi la detiene, a scopo di difesa.

Dire che un’arma è una difesa è alquanto scorretto, infatti molte volte chi la ha per questo scopo la usa per compiere un delitto (vedi uccisione moglie/marito, etc).

Al ragazzo gli è stata data l’occasione in mano.

È vero che ho sentito altri casi di suicidio fatti per esempio per impiccagione e che l’uomo è precario, però questo ragazzo sapeva dove il padre teneva l’arma e alla fine ha premuto il grilletto.

Chissà il padre quanto pensa ancora che serve per difendersi quella pistola.

0
Set 23 2010

Difendiamo l’Inno di Mameli

Non so se tutti lo sanno, ma c’è la Lega Nord che da tempo fa affermazioni contro l’Inno di Mameli.

Penso che tutti saranno d’accordo con me nel dire un bel “Ma Vaffanculo!” perché andrebbe solo valorizzato.

Scusate lo sfogo ma la TV locale che trasmette il solito Gentilini che ricordo non è sindaco che è presentato come tale (invece è il vice sindaco di Treviso) che fa le sue le sue scenate.

Si dirà dei calciatori e altri sportivi che non conoscono l’Inno Italiano ma bisognerebbe guardare anche ai politici che dovrebbero dare il buon esempio.

Non so se anche da voi sia così, comunque vi auguro di no.

Ah, comunque, tanto per mettere tutto in chiaro dico questo solo perché penso che portare rispetto sia un obbligo per chiunque.

2
Set 19 2010

È cominciata la caccia…

…e il giramento vorticoso di maroni della domenica mattina.

Per chi non lo sapesse, sono contro la caccia.

Poi abitando in una zona “semi di campagna” quando comincia la caccia si sente dalle 6.30 il rumore di spari.

Non so cosa ci trovino ’sti vecchi, perché mi pare che solo loro continuino ad andare a caccia, a uccidere degli animali indifesi.

Che poi nei dintorni di dove abito ormai non c’è più niente…

1
Apr 22 2010

La pubblicità dell’acqua vitasnella

Come spesso accade, ce l’ho su con la pubblicità.

Sta volta la mal capitata è l’acqua vitasnella o come si scrive.

C’è la pubblicità della tipa che guarda gli altri fare sforzo fisico ma che in realtà non fa niente…

E poi dice: water you doing? (proprio scritto così)

COME SE IL CORPO UMANO DIMAGRISSE BEVENDO L’ACQUA VITASNELLA…

Contano sulle capre che non sanno che dimagrire non è naturale come ingrassare ma richiede uno sforzo…

Ma come al solito il mondo è pieno di gente ignorante che ci crede pure!

A questo proposito voglio fare una campagna di boicottaggio dell’acqua vitasnella!!!