1
Feb 15 2017

Debian Stretch e Raspberry Pi 3

A Ottobre dei miei amici mi hanno regalato una Raspberry Pi 3 e avevo già fatto qualche esperimento con le varie distribuzioni Linux.

In particolare avevo provato Debian testing con architettura Arm64, però a quel tempo non ne ero rimasto molto soddisfatto perché avevo dovuto usare un kernel di Ubuntu che non funzionava con dell’hardware come il Wi-Fi ed era poco integrato nel sistema.

Stato corrente

Da dieci giorni Stretch è in freeze completo e tra poco sarà la nuova stable, quindi è un ottimo momento per installarla sulla Raspberry.

Una cosa molto interessante è che è dotata di Linux 4.9, il che è veramente ottimo, perché già dalla versione 4.8 il BCM2837, ovvero il SoC della Raspberry Pi 3, è nella mainline del kernel.

Sulla pagina principale sulle Raspberry Pi sul Wiki di Debian c’è ancora un’informazione errata, ovvero che Debian necessita di un kernel di terze parti per funzionare. Infatti, nella pagina dedicata esclusivamente alla versione 3, viene confermata la compatibilità col kernel fornito e c’è una lista di bug, di cui ho potuto verificare solo il terzo:

  • assenza di segnale su HDMI
  • assenza di supporto a WiFi e Bluetooth
  • MAC address dell’interfaccia… [Leggi il resto...]
0
Nov 21 2016

La live della salvezza

Sabato sono andato ad aiutare con un po’ di manutenzione di un laboratorio di una scuola dotato di computer vecchiotti riportati in vita con Linux Mint.

In base alle mie esperienze avute finora con le diverse distribuzioni Linux, fare l’aggiornamento da Linux Mint Rosa a Linux Mint Sarah mi è sembrata una buona idea.

In effetti su due-tre macchine è andato tutto liscio, ma in una si è verificato un problema: l’aggiornamento si è interrotto, non so ancora il motivo preciso, e il successivo riavvio non si è mai completato, a causa di un Kernel Panic.

A peggiorare la situazione poi c’era un altro mix di fattori:

  • non mi ero portato la mia attrezzatura solita (computer, chiavette varie etc…), quindi non avevo alcun modo di avviare un ambiente di rispristino
  • era sabato alle 10:30 di mattina, un’ora dopo avevo un impegno e lunedì sarei stato a decine di km di distanza
  • in quel computer c’erano dei dati che sarebbero serviti ad inizio della settimana.

La soluzione allora è stata di sfruttare il server SSH della mia Raspberry Pi, accessibile da Internet, e una live dotata di server e client SSH configurati in modo da fare reverse SSH - la live della salvezza per l’appunto. Avendo… [Leggi il resto...]

0
Mar 12 2016

“Farewell, Iceweasel”

Queste parole non rappresentano una mia personale decisione per il mio sistema, bensì sono di Mike Hommey, maintainer del browser di Mozilla per Debian, nonché sviluppatore di Mozilla. Precisamente queste parole sono il primo punto del changelog di due giorni fa di Firefox.

Dopo quasi 10 anni c’è stata una riappacificazione tra Debian e Mozilla, dopo che la seconda ha riconosciuto che le patch della prima sono in linea con la qualità che vogliono sia assicurata per Firefox.

Il fatto è pubblico ormai da quasi un mese, ma penso che molti, come me, non seguano i bug, quindi se ne sono accorti solo 2 giorni fa o dopo.

Debian ha deciso anche di creare due versioni dei pacchetti: quella che segue i rilasci standard (firefox) e quella che segue i rilasci con supporto esteso (firefox-esr), che era la politica predefinita in Iceweasel, nonché il passaggio predefinito.

Adesso anche Iceweasel/Thunderbird andrà incontro ad un processo simile, inoltre ci vorrà ancora qualche tempo prima che il firefox ufficiale arrivi anche in testing.

Per la stable non è ancora molto chiaro: nel primo messaggio del bug si pensava di aspettare direttamente a stretch, però poi il team di stable ha detto che va bene fare il cambiamento, non so se con i bakcports magari..

Certo è che per chi come me ha cominciato a usare Debian già dopo il cambiamento, sarà strano vedere l’icona ufficiale arancione al posto di quella blu e bianca ;-) .

Fonti

1
Dic 06 2015

Let’s Encrypt

Let’s Encrypt è un’iniziativa intrapresa da alcune aziende e fondazioni importanti nel campo di internet, come Mozilla, Cisco e Akamai, unite nell’Internet Security Research Group.

Il loro obiettivo è fornire un modo semplice per ottenere chiavi crittografiche e installarle in modo da offrire HTTPS velocemente e senza passare attraverso complicati sistemi.

Al momento il progetto è in fase di public beta, ovvero chiunque può registrarsi e ottenere delle chiavi per il proprio sito e funziona comunque molto bene.

Era da tempo che volevo installare un certificato per HTTPS, così ne ho aprofittato, dunque potete provare a connettervi alla versione HTTPS del sito, sempre non l’abbiate già fatto.

Installazione su Debian Jessie

L’installazione non è ancora semplicissima, in quanto il pacchetto si trova solo nel ramo experimental. Le opzioni quindi sono di installarlo tramite i repository in pinning, oppure il download manuale sempre del .deb, oppure ancora l’installazione per le distribuzioni generiche.

Io ho scelto la seconda, in modo da avere il maggior numero di dipendenze possibili sotto forma di pacchetti che si aggiornano da soli.

Alcuni pacchetti hanno bisogno comunque dei… [Leggi il resto...]

0
Apr 26 2015

Debian Jessie

Finalmente oggi è uscita Debian Jessie, dopo quasi 2 anni dalla release precedente, Wheezy.

Il “sistema operativo universale” che ha fama di stabilità di una roccia raggiunge così l’ottava versione stabile, piena di notevoli miglioramenti, come l’aggiornamento di GNOME alla 3.14 e Linux alla 3.16.

È vero che non sono le ultime, ma sono state veramente molto testate, in quanto il freeze era già partito a novembre, ovvero quasi 6 mesi fa.

Inoltre ci sono moltissimi altri software, più di 20000, disponibili in più di 43000 pacchetti.

In più c’è un nuovo servizio per la ricerca di codice nei sorgenti: Debian Code Search.

Il rilascio era atteso per ieri, ma col nostro fuso orario è arrivato oggi.

Il ramo testing adesso avrà nome Stretch e ci sarà uno sblocco degli aggiornamenti, che è già cominciato con Libre Office 4.4 (su Sid) e un aggiornamento del Kernel, comunque ancora nel ramo 3.16.

Spero presto arrivino le prossime release di Linux e GNOME: 4.0 e 3.16 rispettivamente.